Dell’abbazia le ossa nude

I miei ultimi passi incerti
incerti e lenti a San Galgano
hanno accompagnato i sogni,
il brontolio cupo del cielo
ci ammoniva facendosi nero,
dell’abbazia le ossa nude
parean più del solito cupe,
la loro insita magia abbagliava
gli sguardi dei nostri amici
giunti da Milano in Toscana.

Poi il brontolio in tuoni mutò
ed all’improvviso la pioggia
scese ampia ed affamata su noi,
scambiandoci per assetati tronchi,
corremmo alle macchine parcheggiate
in un affannato si salvi chi può!
San Galgano vecchio e astuto
ha ben celato il suo mistero…

San_galgano_interno_2007

2 pensieri riguardo “Dell’abbazia le ossa nude

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...