Il fantasma che c’è in me

 

Il fantasma che c’è in me
tu appena intravedi
tra ogni gesto quotidiano
ed il banale ripetersi
di parole e d’innocui gesti
che il ripetersi all’infinito
minimizza ogni cosa
rendendola spettro sbiadito.

Anche il dolore scolorisce
il rosso sangue in pastello
pastello su carta grezza
grano spesso come monti
costringendo i fragili pensieri
le friabili parole incomprese
ad ardite scalate su scogliere
erose da scure mareggiate.

Tu né intravedi appena l’ombra
che s’allunga sul bagnasciuga…

filename-cayolargo-195

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...